[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 16/07/2019

Sezione Stazione appaltante

Comune di Piacenza
MAGGI GIOVANNI

Sezione Dati generali

Affidamento del servizio di noleggio San Storage con manutenzione ed assistenza - CIG : 7909109338
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
130.490,87 €
17/05/2019
10/06/2019 entro le 13:00

Sottosezione Scadenze precedenti alla rettifica

Data scadenza Ora scadenza Data e ora operazione rettifica
01/06/2019 13:00 30/05/2019 17:43:53
G00012
In aggiudicazione

Sezione Documentazione di gara

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
  • RELAZIONE TECNICA
Busta economica
  • Offerta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 16/07/2019
    Comunicazione apertura offerte - si comunica che il giorno 17 luglio 2019 alle ore 16:00 presso l'U.O. Acquisti e Gare si procederà all'apertura delle buste contenenti le offerte tecniche. La valutazione delle offerte procederà poi in seduta riservata.
  • Pubblicato il 28/06/2019
    Ammissione alla procedura di gara: adottato il provvedimento dirigenziale - Con Determinazione dirigenziale n. 1069 del 28/06/2019 è stato approvato l'elenco delle imprese ammesse alla procedura di gara.
  • Pubblicato il 31/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Capitolato tecnico, p.3, cap. 3, relativamente alla integrazione e messa in esercizio, è indicato attività da considerarsi compresa nel canone di noleggio. Si richiede di specificare se 'lattività che dev'essere compresa nel canone è relativa anche alla migrazione sistemistica delle VM/Datastore dalla piattaforma in esercizio verso quella oggetto di fornitura, e in caso positivo, il dimensionamento in termini di spazio storage e quantità di VM da migrare. RISPOSTA L'attività di messa in esercizio è comprensiva della migrazione delle VM/Datastore dalla piattaforma in esercizio a quella di nuova fornitura. La quantità di dati da migrare è circa 53 TB distribuita su 152 Virtual Machines
  • Pubblicato il 31/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO A pag.4, cap. 7 Penali, è indicata una penale di 500 per ogni giorno di mancato intervento nel caso di disservizio critico. Si richiede di confermare che il conteggio della giornata di ritardo generante penale decorra allo scadere del tempo di intervento contrattualizzato, o invece se da altra valutazione dell'Ente . Nel secondo caso si chiede di indicare quale sia questa valutazione temporale. RISPOSTA Il ritardo per il conteggio della penale di cui al quesito decorre allo scadere del tempo di intervento ( ripristino ) contrattualizzato
  • Pubblicato il 31/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO E' necessario un chiarimento relativamente al Capitolato tecnico, p.4, cap. 5 dove è indicato: un servizio di Manutenzione ed Assistenza 24x7, senza specifica di SLA minimi di intervento richiesti. RISPOSTA Viene richiesto un tempo di risposta "Same Business Day" ed in particolare : OnSite Repair 4 ore "committed on site response time" , Tempo di ripristino 8 ore "Committed Fix Time"
  • Pubblicato il 30/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO La SAN Storage che vorremmo proporre implementa i RAID livello 0,1,5 e 6.; è possibile ottenere una configurazione RAID livello 10, 50 e 60 mediate allocazione delle lun esposte verso gli host su più di un array R1/R5/R6. Tale configurazione può essere considerata valida? RISPOSTA E' possibile l'allocazione delle LUN su più di un array per implementare i livelli RAID richiesti
  • Pubblicato il 30/05/2019
    AVVISO: MODIFICA RUP - Con disposizione dirigenziale n. 2189 del 30/05/2019 l'Ing. Giovanni Maggi, Responsabile dell'U.O. Sistemi Informativi è stato individuato come RUP della gara in corso.
  • Pubblicato il 30/05/2019
    AVVISO: SPOSTAMENTO TERMINI PRESENTAZIONE OFFERTE - Con Determinazione dirigenziale n. 914 del 30/05/2019 i termini per la presentazione delle offerte sono stati prorogati al 10 giugno prossimo, ore 13:00. L'apertura delle buste verrà eseguita lo stesso giorno alle ore 15:00. Vengono pubblicati i documenti modificati
  • Pubblicato il 30/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO E' accettato che lo storage array fornito renda disponibile una gestione RAID avanzata di tipo Triple Parity Plus? Tale tipologia di RAID è in grado di tollerare la rottura simultanea di 3 dischi (ad esempio il RAID 6 tollera al più due rotture) e un efficientamento dello spazio del 20% sullintero array. RISPOSTA Il concorrente è libero di fornire una piattaforma che offra elementi migliorativi rispetto ai requisiti richiesti.
  • Pubblicato il 29/05/2019
    AVVISO - E' in corso la modifica delle norme di gara e del capitolato, dove sono stati riscontrati meri errori materiali. Il termine di presentazione delle offerte verrà quindi posticipato a nuova data non appena il provvedimento amministrativo diverrà esecutivo.
  • Pubblicato il 29/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO In merito a quanto indicato nel documento di gara NORME NOLEGGIO SAN STORAGE portale per quanto concerne i requisiti richiesti al capoverso 3.2.2 REQUISITI DI CAPACITA ECONOMICA E FINANZIARIA punto 2) Fatturato specifico.. si richiede a codesta Amministrazione, di confermare che, per settore di attività analogo all'oggetto dell'appalto, l'Ente consideri come settore l'espletamento delle attività del partecipante nel campo dell'Information Communication Technology come fornitore ( a nolo o in vendita ) di servizi o prodotti IT, siano essi on-premise o in Cloud RISPOSTA SI CONFERMA CHE IL SETTORE DI ATTIVITA' INDICATO E' CONFORME A QUANTO INDICATO NELLE NORME DI GARA.
  • Pubblicato il 29/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Nel documento Norme Noleggio San Storage al capitolo 6 Criteri di Aggiudicazione, e più precisamente nel paragrafo 6.1.1 Criteri di Valutazione dell'offerta Tecnica nell'ID di Criterio n. 2, indica come punteggio massimo 10; nel paragrafo 6.1.1.2 Formule per i criteri con punteggio non discrezionale (Formula semplice) per lo stesso criterio viene indicato come punteggio massimo 5. Si chiede di chiarire quale dei due valori è corretto. RISPOSTA IL VALORE CORRETTO E' QUELLO RIPORTATO IN TABELLA (10 PUNTI). FAREMO UNA RETTIFICA ALLE NORME DI GARA PUBBLICANDOLA SUL PORTALE.
  • Pubblicato il 29/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Quando si parla di "servizio analogo all'oggetto di gara" al punto 2 dei Requisiti di capacità economica finanziaria e nella richiesta dei requisiti di capacità tecnica e professionale, è possibile presentare fatture di sola manutenzione ed assistenza di San Storage per 12 mesi? RISPOSTA Si, è possibile
  • Pubblicato il 29/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO E' accettato che vengano forniti dischi2,5SAS10k della dimensione di 1,2 TB ciascuno? RISPOSTA Il fornitore è libero di fornire i singoli dischi nella dimensione che più ritiene opportuno purchè vengano rispettati i TiB totali forniti per la SAN
  • Pubblicato il 29/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Il capitolato cita : il sistema SAN Storage deve offrire supporto almeno ai livelli di RAID 0,1,5,10,50 e 60 e controllo delle parità preferibilmente hardware. E' corretto che nei livelli RAID indicati manchi il 6 ed è accettato che lo storage array fornito renda disponibili solo i seguenti livelli di RAID 0, 1, 5 e 6 con parità gestita a livello hardware ? RISPOSTA La piattaforma SAN deve fornire minimo i livelli RAID indicati ma può offrirne anche altri. La parità può essere gestita a livello Hardware
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO In riferimento al bando di gara Procedura aperta per l'affidamento del servizio di noleggio san storage con manutenzione ed assistenza CIG: 7909109338 al punto 2 dei Requisiti di capacità economica finanziaria e nella richiesta dei requisiti di capacità tecnica e professionale l'importo indicato di euro 43.500,00 è un importo annuo o totale effettuato negli ultimi 3 anni? RISPOSTA Il fatturato specifico di euro 43.500,00 deve essere stato conseguito con riferimento ad un singolo anno nel triennio (12 mesi consecutivi).
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO 6) Capitolato tecnico - 2. Caratteristiche Tecniche della piattaforma Storage, punto 9: Tiering : la piattaforma deve poter migrare dinamicamente ed automaticamente porzioni non intere di un volume su differenti tier disco a seconda delle statistiche elaborate sulle performance osservate per le differenti porzioni del volume stesso il tiering deve essere di tipo moving e non copying tipica dei meccanismi di caching. Tale funzionalità deve essere utilizzabile con i dischi SSD, SAS e NL-SAS Si chiede di confermare che è possibile offrire un sistema storage che utilizza funzionalità di accesso ottimizzato, al fine di migliorare le performance e i tempi di accesso delle operazioni di scrittura e lettura, rendendo disponibile su memorie flash o SSD i contenuti più acceduti dal tier di memorizzazione (SSD, SAS, NL-SAS) anche per porzioni dell'intero volume/LUN acceduto. RISPOSTA Si
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO 5) Capitolato tecnico - 2. Caratteristiche Tecniche della piattaforma Storage, punto 6: Possibilità di Controller Multipli (Clusterin) e Supporto di architettura SAN Convergente per lintegrazione nativa di altre piattaforme in un unico pool di risorse unificate al fine di implementare la Virtualizzazione Storage terze parti con migrazione assistita e/o automatica dei dati Si chiede di indicare i sistemi storage terze parti che dovranno poter essere virtualizzati dal sistema storage proposto RISPOSTA Il fornitore può indicare in offerta la matrice di compatibilità del vendor scelto
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO 4) Capitolato tecnico - 2. Caratteristiche Tecniche della piattaforma Storage, punto 5: dual controller fiber channel (FC) ; connettività IP 10GbE e minimo 4 interfaccie 16 GB/s Fiber Channel; Protocolli di I/O : Fiber Chnnel ; i SCSI; FcoE Devono essere forniti tutti i connettori e transceiver/SFP+ necessari alla messa in produzione della piattaforma. Al fine di valutare la matrice di compatibilità per la connettività SAN al nuovo sistema storage, si chiede di indicare: DOMANDA il modello dei Server ESX RISPOSTA I Server ESX sono Blade HP BL460c Gen9, BL460c Gen7 su sistema di virtualizzazione HPc7000 DOMANDA il modello e versione di firmware delle HBA ospitate nei singoli server ESX RISPOSTA HP BL460c Gen9 firmware I36 03/06/2015, HP BL 460c Gen7 firmware I27 07/02/2013 DOMANDA il modello e versione di firmware degli switch FC che realizzano la SAN RISPOSTA HP B-series 8/12c SAN Switch BladeSystem c-Class , part number AJ820B ( BROCADE ) https://h20195.www2.hpe.com/v2/default.aspx?cc=ie&lc=en&oid=5294049 DOMANDA versione dei Sistemi Operativi/Hypervisor che dovranno essere collegati in SAN al sistema storage proposto RISPOSTA vCenter Server V.6.0.0 Build 5112527
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO 3) Capitolato tecnico - 2. Caratteristiche Tecniche della piattaforma Storage, punto 2: il sistema SAN Storage deve offrire supporto almeno ai livelli di RAID 0,1,5,10,50 e 60 e controllo delle parità preferibilmente hardware Si chiede di confermare che è possibile proporre un sistema storage che utilizza sistemi di RAID che offrono gli stessi livelli di resilienza e disponibilità equivalenti a Raid 0,1,5,10,50, 60. RISPOSTA Il fornitore deve offrire piattaforma con i livelli RAID previsti e non con meccanismi equivalenti
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Si chiede di confermare che è possibile proporre un sistema storage che: a) utilizza cassetti di espansione che contiene dischi SAS, NL-SAS, SSD con intermix all'interno dello stesso cassetto di dischi SSD e NL-SAS oppure SSD e SAS RISPOSTA Si b) utilizza NVMe FlashDrives ospitate sui singoli controller. RISPOSTA Si c) utilizza NVMe FlashDrive su cassetti di espansione o sui singoli controller ma ospitati su controller aggiuntivi e sempre all'interno dello stesso Cluster (scale-out) RISPOSTA Si
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO 2) Capitolato tecnico - 2. Caratteristiche Tecniche della piattaforma Storage, punto 1: DataCenter Beverora : 75B di capacità utile (TiB) in multitier con dischi 2,5SAS10k 900GB di cui un minimo di 5 TB SSD e/o Flash Drives Supporto delle seguenti tipologie di disco : SSD, SAS, NL-SAS con possibilità di intermix delle meccaniche a disco di tipo SSD, SAS e NL-SAS allinterno dello stesso cassetto di espansione , supporto di dischi 2.5 NVMe FCMs , NVMe FlashDrives ; il fornitore è libero di incrementare il numero di SSD / FlashDrives Si chiede di confermare che è possibile proporre un sistema storage che: a) utilizza cassetti di espansione che contiene dischi SAS, NL-SAS, SSD con intermix all'interno dello stesso cassetto di dischi SSD e NL-SAS oppure SSD e SAS. RISPOSTA Si
  • Pubblicato il 24/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO 1) Capitolato tecnico - 2. Caratteristiche Tecniche della piattaforma Storage, punto 1: DataCenter Beverora : 75B di capacità utile (TiB) in multitier con dischi 2,5SAS10k 900GB di cui un minimo di 5 TB SSD e/o Flash Drives Supporto delle seguenti tipologie di disco : SSD, SAS, NL-SAS con possibilità di intermix delle meccaniche a disco di tipo SSD, SAS e NL-SAS allinterno dello stesso cassetto di espansione , supporto di dischi 2.5 NVMe FCMs , NVMe FlashDrives ; il fornitore è libero di incrementare il numero di SSD / FlashDrives Si chiede di confermare la capacità utile (in TiB) richiesta. RISPOSTA La capacità utile richiesta è 75 TiB.
  • Pubblicato il 23/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Nel documento Noleggio San-Capitolato Tecnico nel capitolo 2 Caratteristiche tecniche della piattaforma di Storage tra le caratteristiche si trova la seguente : supporto di dischi 2.5 NVMe FCMs . Si richiede se tale caratteristica sia mandatoria visto che è vincolante per la scelta del Brand da utilizzare, in quanto ci risulta essere una tecnologia Proprietaria di unico brand. RISPOSTA La piattaforma può supportare dischi di tipo NVMe ( dischi a memoria non volatile ) presenti su più brand a mercato. Non è obbligatorio il supporto della tipologia FCMs. Il fornitore è libero di scegliere il mix più appropriato di tipologia di dischi che intende offrire.
  • Pubblicato il 22/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Si chiede di confermare che non è subappalto l'eventuale subcontratto affidato dall'aggiudicatario a soggetti terzi nel quale non sia presente anche solo una delle due condizioni di valore e di incidenza della manodopera che invece devono sussistere congiuntamente affinché' si configuri il subappalto.(Art. 105 comma 2, secondo capoverso, del D.Lgs n. 50/2016 e smi). Al riguardo, il citato capoverso dell'Art. 105, comma 2, del D. Lgs 50/2016 e s.m.i. evidenzia che il legislatore ha assimilato al subappalto quelle fattispecie negoziali aventi ad oggetto attività ovunque espletate che presuppongono l'impiego di manodopera in cui: a) l'incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore al 50% dell'importo del contratto da affidare; b) il cui importo sia superiore al 2% dell'importo del contratto principale ovvero superiore, in cifra assoluta, ad Euro 100.000,00. Pertanto si chiede di confermare che le fattispecie negoziali aventi ad oggetto attività ovunque espletate che presuppongono l'impiego di manodopera per le quali non ricorrano contestualmente i delineati requisiti a) e b) sono sottratte alla disciplina del subappalto ed al correlato regime autorizzativo. RISPOSTA Premesso che solo il direttore dell'esecuzione del servizio, sa indicare se l'attività posta in essere possa considerarsi subappalto o subfornitura, quando il bene da porre in opera viene trasformato all'interno del cantiere o, in altri termini, quando il materiale fornito diviene bene, si ritiene sussistente il subappalto a prescindere dalle soglie. La prestazione deve intendersi quale fornitura quando il bene ha una precisa destinazione d'uso (es. corpi illuminanti) e la posa in opera svolta in cantiere, consiste in un'attività puramente accessoria e strumentale (montaggio, saldatura, incollatura, assemblaggio, ecc.), che non modifica in alcun modo il bene, ma è diretta solamente a consentirne l'utilizzo, tenuto presente che, se l'attività posta in essere, come la fornitura con posa in opera o il nolo a caldo, risulta di importo superiore al 2% dell'importo delle prestazioni affidate (o di importo superiore ad euro 100.000,00 per i contratti aggiudicati di importo pari o superiori ad euro 5.000.000,00) e qualora l'incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore al 50% dell'importo del contratto da affidare, rientra comunque nel regime del subappalto e di conseguenza soggetto ad autorizzazione. Il Legislatore infatti, individua le categorie di forniture o servizi che, per le loro specificità, non si configurano come attività affidate in subappalto, al comma 3 dell'art. 105 del D.Lgs 50/2016 e s.m.i., citando: a) l'affidamento di attività specifiche a lavoratori autonomi, per le quali occorre effettuare comunicazione alla stazione appaltante; b) la subfornitura a catalogo di prodotti informatici; c) l'affidamento di servizi di importo inferiore a 20.000,00 euro annui a imprenditori agricoli nei comuni classificati totalmente montani di cui all'elenco dei comuni italiani predisposto dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT), ovvero ricompresi nella circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14 giugno 1993, pubblicata nel supplemento ordinario n. 53 alla Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana n. 141 del 18 giugno 1993, nonché nei comuni delle isole minori di cui all'allegato A annesso alla legge 28 dicembre 2001, n. 448; c-bis) le prestazioni rese in favore dei soggetti affidatari in forza di contratti continuativi di cooperazione, servizio e/o fornitura sottoscritti in epoca anteriore alla indizione della procedura finalizzata alla aggiudicazione dell'appalto. I relativi contratti sono depositati alla stazione appaltante prima o contestualmente alla sottoscrizione del contratto di appalto. Per quanto sopra, escluso le attività precisate al comma 3 dell'art. 105 del D.Lgs 50/2016 e s.m.i., le comunicazioni di subcontratti, non godono di automatismi di accettazione e questa Stazione Appaltante provvederà a vagliarne singolarmente il contenuto.
  • Pubblicato il 22/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Il collegamento, per la parte iSCSI (fermo restando il collegamento Fibre Channel allo switch in essere) deve essere obbligatoriamente in fibra o può essere presa in considerazione anche una soluzione con collegamento iSCSI 10G su rame? RISPOSTA Fermo restando il collegamento al SAN Switch tramite FiberChannel in essere, il fornitore può proporre in affiancamento la soluzione iSCSI che ritiene più opportuna a sua scelta descrivendo brevemente le modalità di interconnessione ed integrazione nell'infrastruttura di virtualizzazione dell'Ente composta da un sistema HPc7000 + vmWare VSphere 6.0.0
  • Pubblicato il 22/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO Quando si parla di "servizio analogo all'oggetto di gara" al punto 2 dei Requisiti di capacità economica finanziaria e nella richiesta dei requisiti di capacità tecnica e professionale, è possibile presentare fatture di vendita di San Storage con relativa manutenzione ed assistenza per 12 mesi? RISPOSTA Si, va bene.
  • Pubblicato il 22/05/2019
    RISPOSTA A QUESITO - QUESITO: Relativamente alla connettività IP 10GbE avremmo bisogno di sapere la tipologia di collegamento, se rame o fibra. [Risp] La connettività 10GbE è da considerarsi su Fibra come possibilità di estensione in affiancamento a quella attuale. Il fornitore deve garantire la connettività della SAN attraverso FibreChannel interconnesso al SAN Switch del Virtualizzatore nella modalità corrente in uso ( Max 8 Gbps ) I SAN Switch sono unità HP B-series 8/12c SAN Switch BladeSystem c-Class Part Number AJ820B ; Type FibreChannel ; Manufacturer Brocade Le specifiche del SAN Switch sono disponibili all'indirizzo https://h20195.www2.hpe.com/v2/GetDocument.aspx?docname=c04201477&doctype=quickspecs&doclang=EN_US&searchquery=&cc=it&lc=it

[ Torna all'inizio ]